giovedì 19 settembre 2013

Intrecci di lunghe chiome

Tribal dancers
Amicizia, passione e ispirazione. Lì nel mezzo, la tribal bellydance. Il taccuino ascolta e apprende. Il mondo si ferma nelle danze delle sue creature.

di Luca Ferrari, ferrariluca@hotmail.it
giornalista/fotoreporter – web writer

Intrecci di lunghe chiome

aggiungiamo allora
che le vesti introducono
la certezza di un’attesa
che non sembra far  attardare
alcuna decisione dentro di noi

se adesso pensassi d’incontrare
un’amica
sono certo mi farebbe vedere
come negli intrecci delle loro lunghe chiome
adornate da sonagli
si possano tenere per mano
i sogni delle danzatrici

Il cielo si guarda dal mondo/ Il mare lo s’immagina dal deserto…la finestra non è mai così affollata

appoggiate l’un l’altra… oltre gli occhi
s’insinuano tutte quelle esigenze lunari per le quali non sarà mai abbastanza
una lettera e una penna bagnata

i colori non arrivano prima di una delle nostre sensazioni

il morbido ricordo del presente
indica la presenza di un ponte
da dove i palmi delle mani
sono ciò che teniamo di più caro
al momento di esprimere
la migliore delle tachicardie condivisibili

vedo spuntare il sole,
proprio davanti a loro… mi riserbo
il privilegio
di lasciare questo spazio bianco “        ”
anche per il domani

                                   (Venezia - Luca Ferrari feat. Giulia Zambon, 19 Settembre ’13)

le danzatrici tribal Tiffany Zabberoni e Giulia Zambon

Nessun commento:

Posta un commento