giovedì 24 ottobre 2013

Il sentiero del Loto danzante

l'ensemble spagnola Nefershu Lotus Company
Gl’ingredienti primordiali di magia e amore. Una simbologia spirituale di fertilità, serenità e purezza. È sbocciata in Catalogna la compagnia di danza orientale Nefershu Lotus Company.

di Luca Ferrari, ferrariluca@hotmail.it
giornalista/fotoreporter – web writer

...Favoni venti obliqui e inconsapevoli lettere REM alimentano la storia di fiabe lontane/…Nella terra arborea di piccoli ed emozionati passi, ecco irrompere l’istintiva verità dei fiori di loto...

Dancing Loto
“Questa è la storia della ricerca di significati dimenticati. Un viaggio nel risveglio dei sensi. La bellezza di un colore. L'emozione dell'amore. La dolcezza della vita. Il profumo sottile dell'anima. Il potere del linguaggio e il piacere di sentire la musica dell'universo”. Si apre così la poetica danzatrice Gemma Marti, dell’ensemble danzante Nefershu Lotus Company, pronta per uno nuovo show collettivo in terra iberica.

Oggi la compagnia è formata da 12 elementi (Gemma, Anna Miro, Arantzazu, Maria Allas, Mireia Cano, Yessika, Satine, Carmen Cobos, Juanito Parrilla, Jasbir Kaur, Emma Sanchez e Meri) più la fondatrice stessa. La Maestra coreografa Nefershu, passata dalla natia Spagna a un peregrinare in Egitto, dove scoprì il folclore autoctono e la danza Sufi, entrando poi nel cast di Bellydance Evolution della celebre danzatrice americana Jillina.

Nefershu ha viaggiato. Ha imparato, appreso e condiviso. Ha vissuto cambiamenti di vita. Poi un giorno, nel comune di Mollet de Valles (provincia di Barcellona, ndr), a poco a poco e con la collaborazione delle sue alunne, è nata la Nefershu Lotus Company. “Si è risvegliato in me il sogno di creare una compagnia di danza. Sentivo questa spinta energetica dentro di me, questa illusione. Vedevo com’ero circondata da tanta bellezza interiore, amore e passione senza limiti”.

...a che serve l’introduzione se conosciamo appena i cenni di tutti quegli sguardi reincarnati nelle leggende ancora da scrivere? … le mani hanno circondato l’aria senza che nessuna tinta si sentisse a disagio con i resti della Luna…

la danzatrice Nefershu con il fiore di loto
Il suo nome attinge alla mitologia egiziana. Nefertum era il dio dei profumi, spesso rappresentato nel Nilo come il nascere del Sole. E allora che l’anima ispiri e la donna risponda. Creando. Unendo. Danzando.

“Il fiore di loto é sempre stato presente nella mia vita per diversi aspetti. Un tatuaggio accompagna il movimento del mio corpo, come un fiore con cui mi sono sempre identificata per la sua simbologia spirituale: bellezza, abbondanza, fertilità, la serenità e purezza” racconta sincera e appassionata Nefershu, “Mi sembra incredibile come un fiore che nasce dal profondo di una stagno, fiorisca con tutto il suo splendore e si presenti allo sguardo del mondo, sfiorando il filo dell’acqua sul quale si posa".

La Nefershu Lotus Company sta per scendere in campo. Si esibirà allo Star Lab Festival (25-27 ottobre).

... Nel passaggio di una era in comune, i sogni si alternano all'orizzonte/…in termini notturni, i tuoni sono legami con bivi pianeggiati e sabbiosi/… nel millimetrico punto centrale di un’ombra in movimento, ho solo contraccambiato il più invisibile dei ricordi

l'ensemble spagnola Nefershu Lotus Company
l'ensemble spagnola Nefershu Lotus Company
l'ensemble spagnola Nefershu Lotus Company

Nessun commento:

Posta un commento